consiglio 21 dicembre 2015

si comunica che a causa di manifestazioni natalizie nei locali della scuola media Giovanni XXIII, il Consiglio Comunale convocato per il giorno 21.12.2015 alle ore 19,00 si terrà presso i locali della scuola elementare Giacomo Leopardi siti in Piazza Roma nel giorno 21 c.m. alle ore 19,00.

 

per l'ordine del giorno clicca qui

Scadenze tributi locali - Dicembre 2015

Si rammenta che il 16 dicembre 2015 scadrà il termine per pagare la seconda rata dei tributi IMU e TASI.

 

L'aliquota ordinaria IMU è determinata nella misura dello 0,86%.

 

L'aliquota ordinaria TASI ammonta, invece, al 2 per mille, con riduzione all'1 per mille per l'abitazione principale e i fabbricati rurali strumentali.

Nel caso delle abitazioni concesse a terzi, anche in fitto, si applica l'aliquota del 2 per mille, ripartita per l'85% al proprietario e per il 15% all'occupante.

 

Per calcolare in autonomia l'imposta e stampare il modello F24 di pagamento, è possibile accedere al Calcolatore IMU - TASI cliccando qui.

 

Quanto alla TAssa sui RIfiuti (TARI), sono in fase di recapito gli avvisi di pagamento per l'anno 2015.

I cittadini che non dovessero averlo ricevuto al proprio domicilio possono chiederne copia all'Ufficio Tributi.

 

PAC Infanzia e PAC Anziani - Seduta di gara

Con riferimento alle gare d'appalto per 

a) "Servizio di cura per l'infanzia: servizi integrativi al nido e ludoteche - Fondi PAC Infanzia - C.I.G. 62747263B3",

b) "Servizio assistenza domiciliare socio assistenziale e socio assistenziale integrata con servizi sanitari - Fondi PAC Anziani - C.I.G. 6274794BCE"

 

si comunica che le sedute pubbliche per l'apertura delle buste "offerta economica" si svolgeranno il giorno 9 dicembre 2015

a decorrere dalle ore 16:00 per la gara sub a) - Infanzia

a decorrere dalle ore 17:00 per la gara sub b) - Anziani

 

presso l'Ufficio Servizio Servizi Sociali in via Appia Antica n. 430.

 

Convocazione Consiglio

Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 25.11.2015 alle 18.00 presso la Scuola Media "Giovanni XXIII" sita in Viale P.Carfora - 

Per l'ordine del giorno - cliccare qui - 

Condono edilizio – Avviso di interesse.

Si ricorda che per effetto della sentenza n° 117 del 12.05.2015 la Corte Costituzionale respingendo il ricorso del Governo avverso alcuni articoli della Legge della Regione Campania n. 16 del 7 agosto 2014, modificanti la previgente Legge della Regione Campania n. 10 del 18 novembre 2004 (Norme sulla sanatoria degli abusi edilizi di cui al decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269), ha ritenuto fondato tale provvedimento legislativo (L.R. 16/2014) con il quale è stato spostato da dicembre 2006 al 31 dicembre 2015 il termine entro cui le Amministrazioni locali devono pronunciarsi sulle domande di regolarizzazione presentate ai sensi del primo condono (Legge 47/1985) e secondo condono (Legge 724/1994).
Secondo la Corte, la norma regionale si limita a sollecitare i Comuni a definire le domande pendenti, ma in nessun modo consente che queste ultime possono essere modificate o integrate nel contenuto del condono.
Per quanto riguarda la possibilità di sanare gli interventi effettuati nelle aree a inedificabilità relativa, la stessa Corte ha sottolineato che il primo e secondo condono escludono la sanatoria solo in presenza del vincolo di inedificabilità assoluta.
Diverso è il caso del terzo condono (Legge 326/2003), che impedisce la sanatoria anche in presenza di vincoli che non comportino l’inedificabilità assoluta.
Per quanto innanzi, al fine di consentire a questo ente la celere definizione dei procedimenti, si invitano i soggetti interessati che hanno la disponibilità degli immobili per i quali è stata richiesta la sanatoria, a trasmettere all’Ufficio comunale (Settore Urbanistica) non oltre il giorno 15.12.2015, una dichiarazione sostitutiva redatta ai sensi del DPR 445/2000 attestante:
a) la disponibilità dell’immobile da parte del dichiarante;
b) la sussistenza delle condizioni per l’applicazione delle riduzioni della somma dovuta a titolo di oblazione previste dalla legge n. 47/85, articolo 34, comma 3, e dalla legge n. 724/94, articolo 39, comma 13;
c) la descrizione dello stato delle opere abusive comprensiva della indicazione della superficie e della volumetria delle stesse;
d) la residenza del dichiarante, in caso di sanatoria di opere abusive realizzate su immobili destinati ad abitazione;
e) la data di iscrizione alla camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura, nonché la sede dell’impresa in caso di sanatoria di opere abusive realizzate su immobili destinati ad ospitare attività imprenditoriali;
f) l’avvenuta esecuzione delle opere di adeguamento sismico di cui alla legge 47/85, articolo 35, commi 5, 6, 7 e 8, nei casi prescritti nella legge stessa.
Va comunque ricordato, ex art. 5 della L.R. 10/2004, che alla domanda di sanatoria, pena l’improcedibilità,  doveva essere già allegata la seguente documentazione:
a) documenti comprovanti l’avvenuta ultimazione delle opere abusive entro il 31 marzo 2003;
b) una perizia giurata sulle dimensioni e sullo stato delle opere eseguite – redatta da tecnico abilitato ed iscritto nell’Albo Professionale;
c) una certificazione attestante l’idoneità statica delle stesse opere – pure questa redatta da tecnico abilitato ed iscritto nell’Albo Professionale;
Non è da sottacere che, per la definizione positiva del procedimento, la domanda di sanatoria deve già contenere la dimostrazione degli avvenuti pagamenti per l’oblazione e per gli oneri concessori secondo la precitata L.R. 10/2004 nonché l’avvenuto accatastamento dell’immobile condonato.
Ancora va ricordato che, verificata la regolarità della dichiarazione sostitutiva presentata ed accertato gli avvenuti  pagamenti, il dirigente dell’ufficio comunale competente rilascia il titolo edilizio in sanatoria se sussistano i presupposti di legge.
Ove l’accertamento sulla veridicità della dichiarazione sostitutiva presentata desse esito negativo, il comune trasmette gli atti del procedimento alla procura della Repubblica competente per territorio e comunica al dichiarante l’avvenuta decadenza dal beneficio del condono edilizio.
 
SMaV  13.11.2015                                  Il Responsabile del Settore Urbanistica
                                                                         ing. Gennaro Isoletti

BANDO LAVORO OCCASIONALE

ERRATA CORRIGE

Si precisa che le domande di partecipazione  devono essere presentate al  Comune di Santa Maria a Vico - uffcio protocolo nel termine previsto dal bando ( ore 12,00 del 20/11/2015) non come erroneamente riportato nell'avviso pubblicato su questa stessa home  page al Comune di Maddaloni.

SMAV  13.11.2015    LA RESPONSABILE DEL SETTORE P.I. -COMMERCIO -S..SOCIALI

                                                Michelina Piscitelli

Pagamento TARI 2015

Sono in fase di recapito gli avvisi di pagamento TARI (TAssa RIfiuti) per l'anno 2015.

La bolletta è trasmessa dalla società Equitalia Sud:

TARI

La prima rata scade il 30 novembre 2015.

L'importo da pagare per le utenze domestiche (abitazioni private) è determinato come segue:

  • Nucleo familiare di 1 persona: Quota fissa € 60,29 + € 1,96 per metro quadro
  • Nucleo familiare di 2 persone: Quota fissa € 108,52 + € 2,22 per metro quadro
  • Nucleo familiare di 3 persone: Quota fissa € 138,67 + € 2,39 per metro quadro
  • Nucleo familiare di 4 persone: Quota fissa € 180,86 + € 2,53 per metro quadro
  • Nucleo familiare di 5 persone: Quota fissa € 217,03 + € 2,55 per metro quadro
  • Nucleo familiare di 6 persone o più: Quota fissa € 247,18 + € 2,47 per metro quadro

e all'importo così calcolato va aggiunta la maggiorazione del 5% di Tributo Provinciale.

 

Bando Lavoro Occasionale

Il Comune di Santa Maria a Vico intende acquisire la disponibilità a svolgere prestazioni di lavoro occasionale, da retribuirsi con voucher (buoni lavoro).

I requisiti richiesti sono i seguenti:

  • non essere beneficiari, nel corso del 2015, di alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito; 
  • essere stati percettori di ammortizzatori sociali in deroga negli anni dal 2012 al 31 dicembre 2014,

 

Per maggiori informazioni, si invita alla lettura integrale dell'avviso pubblico cliccando qui

Il modello di domanda, scaricabile cliccando qui, deve essere presentato entro il termine di scadenza fissato per il 20 novembre alle ore 12.

 

NUOVA MODULISTICA REGIONALE

 si pubblicano le  nuove procedure regionali relative alle attività alimentari

avviso (clicca qui)

delibera  di Giunta Regione  Campania (clicca qui)

master list  registrabile (clicca qui)

master list riconoscibile (clicca qui)

form unico registrabile (clicca qui)

form unico riconoscibile (clicca qui)

 

SMAV  2910/2015                      IL RESPONSABILE DEL SETTORE P.I.-Commercio- S.S.

                                                               Michelina Piscitelli